Credit Manager Mizuya:”L’Importanza di un sano indebitamento”.

Credit Manager Mizuya:”L’Importanza di un sano indebitamento”.

Un imprenditore per svolgere la propria attività deve dotarsi di una adeguata organizzazione, di mezzi e di uomini.

Ma quando un imprenditore deve e può ricorrere all’indebitamento?

L’indebitamento non può essere visto solo come un limite nell’attività di impresa, ma deve essere concepito anche come leva per lo svolgimento dell’attività

Sicuramente la necessità di contrarre prestiti nasce da diverse situazioni e quindi bisogna distinguere quando l’indebitamento sia necessario e conforme all’attività di impresa e quanto lo stesso  rappresenti l’ultima speranza.

Forse per molte persone l’ideale sarebbe non avere debiti, ma se tale decisione ha una valenza notevole nella gestione di un bilancio familiare, in ambito imprenditoriale la situazione cambia. Attenzione!

Non tutte le attività hanno necessariamente bisogno di indebitarsi. Sicuramente hanno necessità di indebitarsi soggetti economici che operano in settori che richiedono grandi investimenti di capitale, di macchinari, di impianti e di attrezzature per produrre beni o servizi, per esempio che operino in ambito automobilistico, manifatturiero, immobiliare, minerario.

 Ma quanto una impresa può indebitarsi?

Se analizziamo solo il lato economico, ovviamente, l’impresa può /deve indebitarsi quando il costo del debito è inferiore al rendimento che ottiene dai suoi prodotti.

Quindi quando il ROI (redditività del capitale investito) è superiore al ROD (l’onerosità dei finanziamenti).

Ma l’impresa non è solo il rapporto tra indici di bilancio.

E’ una attività produttiva che deve essere analizzata nel contesto economico nazionale ed internazionale dove opera producendo o vendendo beni e servizi.

In tale ottica non si può escludere che una  impresa oggi fiorente, possa subire una riduzione di commesse, l’aumento di costi, gli effetti negativi di rischi aziendali (economici, finanziari, informatici e altro) non adeguatamente valutati e, di conseguenza, trovarsi improvvisamente a non riuscire a far fronte ai debiti contratti.

Quindi prima di indebitarsi bisogna valutare tutti i pro e contro, fare una stima reale della situazione economica in generale ed imprenditoriale in particolare.

Alcune volte l’indebitamento può essere necessario quando l’impresa non è adeguatamente capitalizzata, ma non bisogna pensare che il maggior indebitamento migliori sempre l’attività.

Bisogna, quindi, chiedersi se la liquidità ottenuta produrrebbe un reale aumento dell’attività, tale da poter rimborsare nel tempo stabilito il finanziamento ottenuto, oppure aumenterebbe solo l’esposizione  debitoria della impresa portandola a una crisi irreversibile.

Morgana



ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Inserisci la tua mail e ricevi aggiornamenti dal mondo del Credit Management

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.