“La Tua Azienda ha già aggiornato il Suo piano di emergenza finanziario?”….

“La Tua Azienda ha già aggiornato il Suo piano di emergenza finanziario?”….

La struttura finanziaria di un’azienda rappresenta il suo punto vitale e per tale ragione merita la massima attenzione e protezione.

Dall’avvento dell’emergenza pandemica ad oggi sono diversi e frequenti gli shock che hanno dovuto affrontare gli “impianti finanziari” delle imprese italiane in un periodo di tempo molto limitato.

Ogni azienda, nell’ambito della propria attività di business è fisiologicamente esposta a diversi fattori di rischio.
Fattori Interni: sono i rischi strettamente conseguenti alla gestione ordinaria e traggono origine dalle scelte aziendali.
L’Azienda, soprattutto se di micro e piccola dimensione, considera l’area Finance come “strumento” per reperire ed integrare i propri fondi con cui sostanziare la sua progettualità in termini di investimento ed in termini di smobilizzo del credito commerciale.
Questo approccio permette di utilizzare pochi strumenti finanziari, spesso in modo routinario, trascurandone i potenziali effetti collaterali ed i limiti nel medio lungo periodo.
Fattori esterni: sono i rischi strettamente conseguenti alla tipologia di attività svolta dall’azienda ed hanno una fonte esterna (ad esempio: modifiche delle condizioni di mercato, mutamento della solidità dei propri fornitori, mutamento della qualità dei propri clienti, mutamento delle quotazioni di materia prima e fonti energetiche).
L’Azienda, soprattutto se di micro e piccola dimensione, affronta il rischio solo quando si palesa il fenomeno e vede nel ricorso al credito bancario, magari con il supporto di una garanzia pubblica (decreti emessi nel corso dell’emergenza pandemica) la soluzione più immediata per contenere lo squilibrio finanziario subito.
Anche in questo ambito, lo stesso accesso al “credito di emergenza”, è stato visto come una grande opportunità per permettere la sopravvivenza dell’impresa, ad operatività bloccata o ridotta, per effetto delle misure anti covid, senza considerare gli effetti che avrebbe prodotto ” a regime” dopo il periodo di preammortamento.

E’ possibile per un’impresa presidiare attivamente il proprio assetto finanziario facendo proprio il concetto di PREVENZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO?

La risposta è: SI!
Ogni Impresa, grazie a specifiche competenze nell’ambito Finance,  è in grado di adottare le contro misure qualora fosse “in pericolo” dotandosi di un piano di emergenza finanziario aziendale.

La nostra attività di ricerca svolta nel nostro Laboratorio delle Idee e la profonda competenza nella gestione delle Emergenze finanziarie maturata dal nostro Founder Michele Maria Tammaro (autore in Italia di principi come il Protocollo START ed il Triage Finaziario), ci ha permesso di affiancare diverse imprese utilizzando il SONARPLAN.

Un protocollo operativo aziendale che rappresenta l’evoluzione del tradizionale BusinessPlan.
In esso si declinano specifiche strategie e tattiche operative con cui l’Azienda può prevenire e proteggere il proprio Assetto Finanziario avvalendosi della disciplina del Credit Management.
Si cercano le potenziali fonti di pericolo, si classificano per priorità e portata dell’impatto che potrebbero produrre. Da quì la misura della “resistenza della struttura per dimensione e per durata nel tempo” con cui l’Azienda “può adottare e reagire”.

SonarPlan costituisce il fondamento su cui viene costruito un piano operativo con cui gestire la continuità operativa aziendale: la prevenzione e la protezione della struttura finanziaria produce i propri effetti a tutte le aree aziendali, connettendole tra loro e rendendole parte attiva in funzione delle proprie specificità.

SonarPlan: cerca, in modo analitico, nel piano economico e finanziario dell’Impresa, di individuare e gestire i possibili potenziali “buchi finanziari” e ne individua, preventivamente le diverse soluzioni valutandone, possibilmente “in tempo di pace” gli effetti diretti ed indiretti di medio lungo termine.

SonarPlan: è un documento che si rivela particolarmente apprezzato sia internamente e sia esternamente all’azienda.
Internamente rappresenta un protocollo operativo a cui tutti hanno preso parte nella costruzione e cristallizza in modo chiaro compiti, deleghe ed autonomie decisionali, in funzione della catena decisionale e del ruolo ricoperto.
Esternamente rappresenta un documento che permette di rappresentare ad Istituti di Credito e Confidi e Soci Finanziatori che, in occasione dell’avvio di istruttorie per concessioni e rinnovo linee di credito.

Con che frequenza va aggiornato il piano di emergenza finanziario aziendale?
Dipende molto dalla tipologia di organizzazione dell’azienda e dal tipo di mercato in cui opera.
Ad oggi, lo scenario rappresenta per tutti elementi di grande volatilità ed è ragionevole prevedere una “manutenzione semestrale”.

Prima di contattarci per approfondire il Tuo caso specifico, puoi visionare il dettaglio del SonarPlan quì

Marketing Mizuya



ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Inserisci la tua mail e ricevi aggiornamenti dal mondo del Credit Management

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.